Oggi, domani, mai

La linea orizzontale delle mura intorno a noi. Un confine.
La linea verticale delle sbarre tra di noi. Un confine.
La linea dritta della schiena che non piego. Un confine.
La linea spezzata dello sguardo che distogli. Un confine.
Confini da contare, da superare, da evadere.
Oggi, domani, mai.

Oggi, domani, mai è uno scenario composto da fasi e rituali, proprio come la vita in carcere che aspira a rievocare. A dividere i personaggi non ci sono solo barriere evidenti, materiali, ma anche confini sottili, impalpabili, eppure non meno difficili da scavalcare. L’unica cosa che non manca è il tempo per provarci.

Autore:Oscar Biffi e Maria Guarneri
Ruoli:Da 3 a 6, senza specifiche di genere.
Tempo:2 ore.
Rigiocabilità:

Alta.
I ruoli sono definiti da combinazioni casuali di elementi narrativi. Lo scenario è ritualizzato in fasi, ma ogni esito resta possibile.

Leitmotiv:Carcere, pena, colpa, scorrere del tempo, complicità, legami, amicizia, desiderio di libertà.
Materiali:Cartello segnaletico Casca
Cartello segnaletico Fibbia
Cartello segnaletico Netturba
Cartello segnaletico Pacco
Cartello segnaletico Ravatto
Cartello segnaletico Zanza
Isolamento
Effetti personali
Verbale dell’Alienato
Verbale del Convertito
Verbale dell’Innocente
Verbale dell’Istituzionalizzato
Verbale del Malavitoso
Verbale del Pentito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.