FreaKform

FREAKFORM

SFIDA / ISPIRAZIONE / ACCLAMAZIONE

Il 1 agosto torna FreaKform, il concorso imprevedibile e senza forma per gli autori di giochi, fondato da Laiv.it e portato avanti insieme agli amici di Mammut RPG!

Tuttavia non ci sono giudici, né giurie e nemmeno l’applausometro: qui vince solo chi si dà da fare. L’obiettivo è scrivere un nuovo gioco in poco più di un mese, per inserirlo nel Palin(fuordi)sesto di Freeform e scoprire insieme se funziona o esplode.

Non ci sono limiti sulla forma del gioco, basta che sia un gioco di ruolo.
Se si gioca di persona, in piedi o al tavolo, deve tenere conto della struttura della convention: fasce orarie di 4 ore in stanze che non ospitano più di 25 giocatori.
Se si gioca a distanza, via chat o social, anziché nel Palin(fuordi)sesto verrà proposto sul gruppo Facebook dell’Italian Chamber Orchestra.
L’importante è portare a termine l’impresa.

Ma come funziona?

A partire da tre spunti (uno testuale, uno visivo e uno sonoro), utili per superare il panico da pagina bianca, i nostri eroi hanno tempo fino al 31 agosto per inviarci una presentazione del loro nuovo gioco, tramite il modulo per i Canovacci.

Chi ha inviato l’idea entro questa scadenza, avrà poi tempo fino al 21 settembre per confermarci che si è trasformata in un gioco vero e proprio. Chi mette a disposizione un nuovo gioco da provare insieme è proclamato vincitore!

Ma cosa si vince?

L’acclamazione durante Freeform, anche se è prima di tutto una sfida con se stessi.
Il senso delle nostre iniziative è sempre il solito: mettere in contatto autori e giocatori, perché è più facile creare sapendo che dall’altra parte c’è chi aspetta solo di giocare.

Presenziare a Freeform non è vincolante alla partecipazione a FreaKform: basta che il gioco possa essere provato senza facilitatori, o che l’autore si accordi con qualcuno per farne le veci. Noi c’impegniamo a raccogliere tutti i riscontri del caso e a farglieli avere.

E se la convention non dovesse tenersi per la pandemia?

Vista la particolarità di questo 2020, abbiamo deciso di associare questa edizione alla Jam Se una notte d’inverno un game designer dell’amico Antonio Amato. Si svolge sulla piattaforma Itch.io e invita gli autori a condividere il proprio processo creativo, confrontandosi come piace a noi.

Gli spunti per questa FreaKform hanno quindi preso spunto da opere di Calvino e i partecipanti sono invitati a partecipare a entrambe le iniziative in contemporanea. La jam offrirà un palcoscenico virtuale e garantito, dopodiché tutti speriamo di poter poi provare i giochi dal vivo a Freeform.

E questi tre spunti? Dove sono?

Dal raccontare al passato, e dal presente che mi prendeva la mano nei tratti concitati, ecco, o futuro, sono salita in sella al tuo cavallo.
Italo CalvinoIl cavaliere inesistente


Roger Olmos – Cosimo


Eloisa Manera Ensemble – Cities & Names