Vecchi amici

«Negli anni Novanta eravamo una squadra. Davamo la caccia ai fantasmi e abbiamo restituito all’eterno riposo un bel po’ di anime. Come ogni squadra eravamo un miscuglio improbabile di difetti, contraddizioni e rivalità, ma funzionava. Almeno finché Sara non è morta in quella maledetta scuola infestata.
Eravamo finiti. Sciolti e sparpagliati dopo le indagini di rito. “Cause naturali”, gli inquirenti se la sono cavata così. Noi sapevamo, ma abbiamo tenuto la bocca chiusa: chi ci avrebbe mai creduto? E adesso eccoci qui: stessa scuola, stessa aula. Il passato ci ha riportati proprio qui. Insieme per un ultimo lavoro».

In Vecchi amici l’indagine nella scuola infestata trascinerà i giocatori in una serie di Possessioni. L’incubo ha inizio con un Rituale di apertura e, soltanto dopo che tutti i personaggi avranno subito almeno una Possessione, sarà infine possibile mettervi fine officiando il Rituale di chiusura.
I cacciatori di fantasmi avranno davvero la forza di lasciarsi il passato alle spalle? O finiranno invece per soccombere?

Autori: Ole Peder Giæver and Jason Morningstar
Ruoli: 4 o 5, senza specifiche di genere.
Tempo: 3 ore.
Rigiocabilità:

Alta.
I personaggi sono definiti da carte scelte in maniera casuale.
Lo stesso vale per la meccanica di gioco della Possessione.

Leitmotiv: Fantasmi, possessione, colpa, morte, amicizia, fiducia.
Materiali: Carte Ruolo nella squadra
Carte Trascorsi
Carte Problemi con i vivi
Carte Problemi con la morta
Carte Possessione
Carte Parola chiave
Carte Riscaldamento
Principi dello scenario
Maschera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.