Freeform 2014

FREEFORM 2014

Per la seconda edizione di Freeform, dal 10 al 12 ottobre 2014, ci siamo spostati sulle rive del Lago di Endine, nella bergamasca. Grazie alla collaborazione di Casa Pezzoli e di tutti i fantastici partecipanti, Susi e Oscar hanno potuto presentare un palinsesto più ricco che mai, grazie anche a FreaKform: più che un concorso, un guanto di sfida a scrivere un nuovo giochi di ruolo dal vivo in un mese, apposta per la convention. Maria ci ha deliziato in cucina, Rugerfred ci ha aiutato a scegliere gli spunti di partenza per FreaKform e tutti gli altri sono stati indispensabili per il divertimento generale.

P.s. Sì, i giochi con scritto a fianco FreaKform sono quelli scritti per l’occasione.

Venerdì (16.00 – 00.00)

Giocatori: Tutti quanti
Durata: Tutto il giorno
Luogo: Lago, villa e cucina
Fascia: Venerdì

Relax + Cena

Organizzatori: Nessuno
Caratteristiche salienti: Relax – Chiacchiere – Abbuffarsi alla faccia degli assenti
Nella giornata di venerdì si può arrivare quando si vuole e ci si rilassa. Avere un’idea delle vostre intenzioni non guasta, ma non ci sono giochi in programma.
Per la cena, però, Maria ha bisogno di sapere chi ci sarà, in modo da preparare pizze e focacce per tutti.

Iscritti

  1. Maria
  2. Susi
  3. Oscar
  4. Gabriella
  5. Simone
  6. Lorenzo
  7. Elena
  8. Rugerfred
  9. Lapo
  10. Simonetta
  11. Frapis
  12. Stefano C.
  13. Gabriele
  14. Fabrizio
  15. Stefano Z.

Sabato Mattina (10.00 – 14.00)

FREAKFORM

Giocatori: 6
Durata: da 2 a 3 ore
Luogo: Sala grande
Fascia: Sabato mattina

La villa degli orrori

Autore e organizzatore: Frapis
Caratteristiche salienti:  I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni – Sono previsti interventi di un narratore attivo
Villa Diodati anno 1860, Lord Byron invita alcuni suoi amici nella sua villa, e li sfida a raccontare la più spaventosa storia di fantasmi e altri orrori.
Si narra che da quella notte siano nati i romanzi horror più noti.
Se gli orrori non fossero solo fantasie?
Se prendessero vita?
Cosa cela la notte?

Se possibile, sarebbero d’aiuto costumi che ricordino l’epoca.

Iscritti (6 su 6)

Ruoli femminili (1 su 1)

  1. Gabriella

Ruoli Unisex (5 su 5)

  1. Frapis
  2. Stefano C.
  3. Elio
  4. Stefano Z.
  5. Sara
Giocatori: 5
Durata: da 3 a 4 ore
Luogo: Camere
FasciaSabato mattina

Tao

Autore e organizzatore: Susi
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
Una serata come le altre – o forse diversa da tutte le altre, toccata da un segno, un presagio di qualcosa che deve accadere… Una sera illuminata da una luce stregata, in cui tutto sembra acquisire un senso ed un significato nuovi.
Perfino gli avventori annoiati di un locale notturno paiono specchi in cui si può sbirciare la propria immagine. Forse questa sera anche la voce di uno sconosciuto potrà svelarvi segreti che ignorate e potrà mostrarvi la magia che si nasconde dietro l’esistenza.

Iscritti (5 su 5)

  1. Simone
  2. Lorenzo
  3. Simonetta
  4. Alessandro
  5. Fabrizio
Giocatori: 5
Durata: Da 2 a 3 ore
Luogo: Sotto il porticato
Fascia: Sabato mattina

Somnia

Autore e organizzatore: Elena
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Sono previsti interventi di un narratore attivo
Se hai un desiderio, c’è un solo modo per essere sicuro di realizzarlo. Rivolgerti alla Corporazione dei Creatori e farti costruire un somnia.
Il gioco è ispirato al romanzo “Somnia – Artefici di Sogni” e alla serie manga omonima, scritte sempre da Elena.

Iscritti (5 su 5)

Ruolo femminile (1 su 1)

  1. Maria

Ruolo unisex (2 su 2)

  1. Lapo
  2. Gabriele

Ruoli maschili (2 su 2)

  1. Oscar
  2. Rugerfred

Sabato Pranzo (14.00 – 15.30)

Giocatori: Tutti quanti
Durata: Da 1 a 2 ore
Luogo: Cucina
Fascia: Sabato pranzo

Porta-pranzo 

Organizzatori: Tutti quanti
Caratteristiche salienti: Scoprire sapori nuovi – Abbuffarsi
Valorosi partecipanti di Freeform, mostrateci il frutto delle vostre terre e imbastiamo un banchetto!
Che ognuno porti una pietanza già pronta, solo da scaldare, o un’esotica bevanda: a voi la scelta. L’importante è non restare tutti digiuni!
E se volete consultarvi con la nostra Maria per comporre il migliore menù possibile, basta scriverci.

Iscritti

Tutti quanti

Sabato Pomeriggio (15.30 – 19.30)

Giocatori: 6
Durata: da 2 a 3 ore
Luogo: Sala grande
FasciaSabato pomeriggio

Shalashaska

Autore e organizzatore: Francesco “Rugerfred” Sedda
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
Il vostro sonno criogenico si è interrotto e siete tornati alla fredda realtà. Ma non è stato un risveglio tranquillo: dovevate svegliarvi una volta attraccati alla stazione Alistair e invece eccovi qui, persi nello spazio profondo. Non è stato l’arrivo ad interrompere il sonno criogenico, ma le condizioni di salute del capitano Enriko Silverberg, che vedete deceduto nella sua capsula per il sonno criogenico. Agitati e scossi per l’accaduto vi spostate tutti quanti nella Sala Comando, sotto l’occhio severo di Antonio Goulart: qualcuno tra voi non la racconta giusta. Chi ha ucciso il capitano? Perché siete bloccati nel nulla? Cosa nasconde l’equipaggio della Shalashaska?
E’ consigliato un abbigliamento neutro, possibilmente nero. Sono benvenuti gli accessori fantascientifici.

Iscritti (6 su 6)

Ruoli femminili (3 su 3)

  1. Gabriella
  2. Elena
  3. Simonetta

Ruoli maschili (3 su 3)

  1. Elio
  2. Gabriele
  3. Stefano Z.
Giocatori: 5
Durata: da 2 a 3 ore
Luogo: Porticato
FasciaSabato pomeriggio

Sotto la montagna

Autore: Oscar
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco è suddiviso in scene
Il Re è morto e cinque Cavalieri ne onorano la pira.
Brilla ancora una speranza per il Regno nelle tenebre sotto la Montagna?
Lo scenario mira a ricostruire un’atmosfera da “fantasy eroico da camera”, mescolando la teoria delle fasi di elaborazione del lutto a una meccanica basata su un personaggio assente.

Iscritti (5 su 5)

  1. Frapis
  2. Stefano C.
  3. Alessandro
  4. Lapo
  5. Simone
Giocatori: 4
Durata: Da 2 a 3 ore
Luogo: In riva al lago
Fascia: Sabato pomeriggio

Attraverso lo specchio: andata e ritorno

Autore e organizzatore: Susi
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
“La palude è un luogo infido, misterioso, nel quale nessuno con un po’ di cervello metterebbe mai piede di sua volontà.
Molte cose mi fanno paura di questo posto: i suoi abitanti, i mille rumori causati da chissà cosa e il non poter vedere nulla a causa della nebbia sempiterna…
Ma niente mi riempie di orrore quanto la mia immagine riflessa. Mi chiedo se ci sia un modo di modificarla, o almeno di dimenticarla.”

Nella palude vivono il folletto, l’essere fatato, il fantasma e un individuo enigmatico chiamato “l’indovino”, legati tra loro da segreti, viltà, passioni e desideri. Il gioco ruota interamente attorno alle relazioni tra questi personaggi, e al rapporto con se stessi e con la propria immagine riflessa: è possibile oltrepassarla? E` possibile attraversarla?

Iscritti (4 su 4)

Ruolo femminile (1 su 1)

  1. Maria

Ruolo unisex (1 su 1)

  1. Sara

Ruoli maschili (2 su 2)

  1. Lorenzo
  2. Fabrizio

Sabato Cena (19.30 – 21.00)

Giocatori: Tutti quanti
Durata: Da 1 a 2 ore
Luogo: Cucina
Fascia: Sabato cena

Grigliata + Premiazione FreaKform

Organizzatrice: Maria
Caratteristiche salienti: Grigliare maialini setolosi – Sfidare Obelix – Abbuffarsi
E’ il momento delle fiamme e della griglia, delle costine e delle salsicce. La cena che giustifica la segnalazione “Ehm… Ma io sarei vegetariano” nel modulo d’iscrizione.
Fuochisti e cuochi volontari sono ben accetti, per non lasciare tutta la fatica alla nostra Maria.
E non fate finta di aver visto solo il cibo! Durante la cena verranno premiati gli eroici autori di giochi, vincitori del concorso FreaKform e portatori degli scenari che sorreggono la convention.

Iscritti

Tutti quanti

Sabato Sera (21.00 – 01.00)

FREAKFORM

Giocatori: 13
Durata: da 3 a 4 ore
Luogo: Sala grande
Fascia: Sabato sera

L’autunno del nostro scontento

Autore e organizzatore: Gabriella
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
Fine Ottocento, inizio autunno. Riuniti in una villa alcuni artisti decidono di mettere in scena un testo attribuito a William Shakespeare, “L’Autunno del nostro scontento”: l’assassinio di un Re, un Trono vacante, un’oscura minaccia che grava se un nuovo Re non verrà presto incoronato. Antiche profezie e lugubri presagi hanno annunciato l’arrivo di Draghi e Nemici, ma se sul Trono siederà un assassino di Re tutti saranno portati alla rovina.
Ognuno avrà un doppio ruolo, l’attore e il personaggio che l’attore interpreterà. E tutti, attori e personaggi, saranno legati tra loro da passioni o conflitti.
Gli iscritti al gioco verranno contattati in anticipo dall’autrice, in modo da poter concordare la distribuzione dei ruoli. Anche in funzione dei costumi che, a livello ideale, dovrebbero avere sia elementi ottocenteschi, sia medievali / rinascimentali.

Iscritti (13 su 13)

Ruoli femminili (4 su 4)

  1. Gabriella
  2. Sara
  3. Susi
  4. Maria

Ruoli maschili (9 su 9)

  1. Lapo
  2. Frapis
  3. Stefano C.
  4. Oscar
  5. Stefano Z.
  6. Alessandro
  7. Lorenzo
  8. Fabrizio

 FREAKFORM

Giocatori: 4
Durata: da 3 a 4 ore
Luogo: Camere
Fascia: Sabato sera

L’ultimo tramonto

Autore e organizzatore: Francesco “Rugerfred” Sedda
Caratteristiche salienti:  I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
All’interno di una stanza dimenticata dal tempo, due persone si destreggiano tra un passato sepolto e la sua ombra che arriva a quest’ultimo tramonto.
Un uomo, una donna, una pistola puntata e vecchie memorie colmano gli ultimi attimi di luce di questa giornata.

Uno scenario per due giocatori che vuole andare a toccare errore, successo, fallimento e desiderio. Sono consigliati, ma non necessari, abiti neutri (meglio se neri) per entrambi.

 

Settembre poi ci troverà

Autori: Rafu e Barbara
Organizzatore: Francesco “Rugerfred” Sedda
Caratteristiche salienti:  I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco è suddiviso in scene – Sono previsti interventi di un narratore attivo
Sulle spiagge affollate di Forte dei Marmi, due adolescenti in vacanza si conoscono e si innamorano, mentre due quarantenni, non pienamente soddisfatti delle proprie vite, si ritrovano e condividono il ricordo d’un vecchio amore estivo. La sera del 31 agosto potrebbe essere l’ultima opportunità per dirsi ciò che non ci si è mai detti, per dirsi addio, o per dirsi “resta”.

Questo gioco vuole esplorare le dinamiche degli amori estivi, con la loro freschezza e i loro rimpianti, ma soprattutto il tema della fine dell’estate come momento di bilancio, terreno di opportunità colte o perse. Il gioco utilizza “meta-tecniche” di ispirazione Jeepform, in particolare il confessionale-intervista provato ne “L’imbarazzo”.

Iscritti (4 su 4)

Ruoli maschili

  1. Elio
  2. Gabriele

Ruolo femminile

  1. Simonetta
  2. Elena

Domenica Mattina (9.30 – 13.00)

FREAKFORM

Giocatori: 9
Durata: Da 3 a 4 ore
Luogo: Sala grande
Fascia: Domenica mattina

L’era degli uomini 

Autore e organizzatore: Lorenzo
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni
C’era una volta un’antica valle, chiamata Zamar. Da tempo immemore la sua popolazione combatte la disperata lotta ai draghi dei Monti Invalicabili. Una lotta aspra, dura, che sarebbe da molti secoli ormai persa, senza i suoi Reggenti. Bambini scelti e allevati nel Monastero degli Astri, con l’unico scopo di proteggere e guidare gli abitanti. Negli ultimi mesi, però, la speranza si è accesa nei cuori di tutti. Dopo millenni… I draghi sono stati miracolosamente sconfitti.
Una nuova ombra cala però su Zamar. Nelle due ultime settimane sono morti in circostanze misteriose il Reggente della capitale e L’oracolo del Monastero. Nel subbuglio generale, una  convocazione giunge ai reggenti rimasti.
E’ richiesto vestiario nero in tinta unita per gli uomini. Bianco (o comunque chiaro) per le donne. Per chi volesse, l’abbigliamento può essere arricchito con gonna per le donne, e mantello/tabarro per gli uomini (NON obbligatorio).

Iscritti (9 su 9)

Ruoli femminili (2 su 2)

  1. Gabriella
  2. Susi

Ruoli unisex (2 su 2)

  1. Maria
  2. Gabriele

Ruoli maschili (5 su 5)

  1. Oscar
  2. Rugerfred
  3. Elio
  4. Stefano C.
  5. Lapo
Giocatori: 6
Durata: da 3 a 4 ore
Luogo: Camere
Fascia: Domenica mattina

Where’s the escape

Autore e organizzatore: Frapis
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco si svolge senza interruzioni – Sono previsti interventi di un narratore attivo
Persone importanti tra politici, religiosi e scienziati sono state richiuse da un misterioso personaggio. Senza apparentemente alcun motivo.
Chi di loro riuscirà a trovare la via di fuga?

Iscritti (6 su 6)

Ruoli femminili (3 su 3)

  1. Simonetta
  2. Sara
  3. Elena

Ruoli maschili (3 su 3)

  1. Stefano Z.
  2. Fabrizio
  3. Alessandro

Domenica pranzo (13.00 – 14.30)

Giocatori: Tutti quanti
Durata: Da 1 a 2 ore
Luogo: Cucina
Fascia: Sabato cena

Spaghettata 

Organizzatrice: Maria
Caratteristiche salienti: Maccherone tu mi provochi – E io te magno – Abbuffarsi
Non è un gioco in scatola, ma una deliziosa realtà!
Teniamo alta la bandiera e onoriamo gli stereotipi, strafogandoci di spaghetti.
In quanto dittatrice dei fornelli, Maria impone cottura al dente e salsa fresca. Che sofferenza, vero? Non ci resta che adattarci.

Iscritti

Tutti quanti

 Domenica Pomeriggio (14.30 – 18.30)

FREAKFORM

Giocatori: 7
Durata: da 3 a 4 ore
Luogo: Sala grande
Fascia: Domenica pomeriggio

Vento di fronda

Autore e organizzatore: Oscar
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco è suddiviso in scene
So che le guerre sono tante almeno quante le fiabe e so che pensate di averle sentite tutte ormai. Quelle tra popoli, tra amici, tra fratelli, storie raccontate in lungo e in largo.
Ma se dovessi ricordarne una, nel libro dell’umana follia, sarebbe quella tra Polabi e Vendevi.
Un paese spaccato in due, come tra bianco e nero, dall’oggi al domani.
A testimoniarlo sette giovani, sette amici, sette compagni di sventura.
Cosa significa crescere insieme, quando si leva un vento di fronda che tutto divide?

Lo scenario non è ambientato in un paese reale, né si concentra sugli orrori delle guerre storiche. Si propone invece di raccontare sette vite, rese surreali da un mondo circostante che sembra aver perso la ragione. I personaggi sono definiti attraverso diari e lettere, le stesse risorse di cui dispongono per cercare di rimettere insieme i pezzi delle loro esistenze, affrontando lo scorrere impietoso degli anni.

Iscritti (7 su 7)

Ruolo femminile (1 su 1)

  1. Susi

Ruoli unisex (6 su 6)

  1. Maria
  2. Rugerfred
  3. Lorenzo
  4. Sara
  5. Alessandro
  6. Elena

FREAKFORM

Giocatori: 8
Durata: da 2 a 3 ore
Luogo: Camere
Fascia: Domenica pomeriggio

Si sta come d’autunno

Autore e organizzatore: Stefano Z.
Caratteristiche salienti: I personaggi hanno schede già scritte dall’autore – Il gioco è suddiviso in scene – Sono previsti interventi di un narratore attivo
Cinque soldati feriti, ricoverati con varie inabilità fisiche.
Un’infermiera, una paesana e un’ufficiale.
Sullo sfondo della Grande Guerra.
Sono graditi abiti trasandati, rotti e sporchi (pigiami, tute del nonno, ecc…). Anche materiale medico come bende, stampelle e simili.
Cercheremo di mettere a disposizione tutto quanto, compresa l’uniforme dell’ufficiale, ma se i giocatori hanno qualcosa sono invitati a comunicarlo.

Iscritti (8 su 8)

Ruoli femminili (2 su 2)

  1. Simonetta
  2. Gabriella

Ruoli maschili (6 su 6)

  1. Lapo
  2. Gabriele
  3. Fabrizio
  4. Elio
  5. Stefano C.
  6. Frapis

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.